Progetto

“Niente mi pettina meglio del vento” è un progetto artistico di sensibilizzazione sull’Alopecia Areata, una patologia poco conosciuta ma che riscontra una grande diffusione nella popolazione mondiale.

Nato da un’idea dell’artista sarda Maria Jole Serreli e promosso dall’associazione Art Meeting in collaborazione  con A.S.A.A. – associazione sostegno alopecia areata, Art Caffè London e Agorà, si propone di rappresentare e far conoscere l’Alopecia Areata attraverso una serie di eventi itineranti che prevedono esposizioni artistiche, conferenze e scambi di esperienze.

L’ALOPECIA AREATA

L’Alopecia Areata è una malattia genetica ed autoimmune, si manifesta in diverse forme e con decorso imprevedibile con la perdita dei capelli e dei peli, colpisce il 2% della popolazione mondiale, indipendentemente dal colore della pelle, dalle abitudini alimentari, dai comportamenti igienici e personali.

Attualmente non esiste una cura adeguata e la mancanza di informazione e di un supporto alla persona rischia di rendere ancora più doloroso il vissuto della malattia che, il più delle volte, ha un impatto psicologico traumatico. Il cambiamento del volto e della propria immagine, la trasformazione del rapporto con il corpo e delle relazioni interpersonali, da quelle più intime a quelle sociali e lavorative, generano una sospensione del ritmo di vita, disorientamento e insicurezze profonde, che rendono difficoltoso il percorso di accettazione della malattia.

L’EVENTO

Niente mi pettina meglio del vento, prendendo il nome da  una celebre frase di Alda Merini, si propone di dare visibilità all’alopecia attraverso l’arte, esplorando ed elaborando le problematiche profonde ad essa connessa, nel tentativo di informare la comunità e infondere un senso di fiducia e coraggio in chi ne viene colpito.

Il progetto ha preso avvio nel 2012 con un bando pubblico nazionale che ha permesso di selezionare opere pittoriche e fotografiche prodotte da artisti professionisti e da persone che, vivendo quotidianamente l’alopecia, hanno colto l’opportunità per raccontarla e condividere la propria esperienza. Data la delicatezza e la complessità dell’argomento, la selezione delle opere è stata effettuata da una commissione costituita appositamente per l’occasione, composta da un consulente artistico, un’arteterapeuta e una psicologa che hanno scelto circa 20 opere pittoriche e fotografiche. Il percorso espositivo è stato poi arricchito con opere, oltre che pittoriche e fotografiche, anche scultoree e installazioni, presentate da artisti che invitati a partecipare hanno  affrontato un percorso di ricerca e approfondimento sul tema.

Parallelamente alla selezione, l’artista Walter Petretto, con la collaborazione di Michele Andrich, ha realizzato un videocartoon per la promozione dell’evento e come supporto multimediale a interventi di sensibilizzazione nel territorio e nel web. Il video è attualmente visibile su you tube digitando “Niente mi pettina meglio del vento – ArtMeeting&Prometeo”.

La mostra è stata inaugurata a Cagliari il 28 settembre 2012 al Centro Comunale d’Arte e Cultura Castello di San Michele e nel 2013 è stata ospitata nella Galleria Baccina 66 a Roma, alla BiblioteCaNova Isolotto a Firenze e a Villa Filiano a Pineto in provincia di Teramo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...